Ultime News
  • Per gli Under 18 stop a Bernareggio

  • Under 18 ancora fantastica: battuta Cremona 73-63

  • Riccardo Paolini, classe 1959, lo scorso anno a Ferentino, è il nuovo allenatore di Cagliari.

  • La Soundreef Siena ha ingaggiato Marko Simonovic, centro montenegrino classe 1999 dalla PMS Moncalieri (Serie B).

  • Simone Ferrarese, playmaker classe 1987 ex Tezenis, ha rinnovato con l’Urania Milano anche per la prossima stagione.

  • Attilio Pierini, 36enne ala-centro, ha rinnovato con Recanati per la quindicesima stagione consecutiva.

  • Dorde Malbasa, 22enne ala croata di formazione italiana, approda a Piombino dopo cinque stagioni a Treviso.

  • Michele Antelli, argento mondiale Under 19, approda a Orzinuovi dopo un anno a San Vendemiano.

  • FINALE PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 3 – Lunedì 19 giugno Alma Trieste – Virtus Segafredo Bologna 66-72 (Virtus Bologna vince la serie 0-3) Virtus Segafredo Bologna promossa in Serie A Novipiù Mvp delle finali: Michael Umeh (Virtus Segafredo Bologna).

  • FINALE PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 2 – Giovedì 15 giugno Virtus Segafredo Bologna – Alma Trieste 82-69 (Serie: 2-0 Virtus Bologna).

  • Nella prima gara della finale di Serie A2, la Virtus Bologna si è imposta martedì sera al Pala Dozza 85-62, trascinata dai 28 punti di Michael Umeh (7/12 da tre). È bastato un tempo alla squadra di Ramagli per mettere al sicuro il risultato dopo un secondo quarto da 25-14. Chiudono in doppia cifra anche Lawson (18) e Ndoja (14). Primo punto alla Virtus. Giovedì gara-2, sempre a Bologna.

  • I Golden State Warriors hanno vinto il titolo Nba, il secondo in tre anni dopo quello del 2015, battendo i Cleveland Cavaliers in casa per 129-120 in gara-5 della finale, chiudendo la serie sul 4-1. Decisivo Kevin Durant, che ha così coronato la sua prima stagione ai Warriors. L’ex Oklahoma Thunder ha messo a segno 39 punti nel match decisivo, con i Cavaliers di Lebron James che hanno ribattuto colpo su colpo fino alla fine. Curry ha aggiunto 34 punti, 10 assist e sei rimbalzi per chiudere la serie sul 4-1, impedendo a Cleveland quel miracolo della finale dello scorso anno, quanto risali’ dall’1-3 fino alla vittoria finale della serie e del titolo. Lebron James, che nel 2012 con Miami batte’ i Thunder nella sola altra finale di Durant, è stato protagonista fino all’ultimo atto, chiudendo con 41 punti, 13 rimbalzi e otto assist. Per i Cavaliers anche 26 punti di Kyrie Irving.

  • SEMIFINALI PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 5 – Giovedì 8 giugno Alma Trieste-Kontatto Bologna 80-60 (Trieste vince la serie 3-2) Virtus Segafredo Bologna già qualificata per la finale (3-0 su OraSì Ravenna).

  • SEMIFINALI PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 3 – Sabato 3 giugno Kontatto Bologna-Alma Trieste 76-60 (Serie: 1-2 Trieste) Gara 4: Lun 05/06/2017 20:00 Kontatto Bologna-Alma Trieste (diretta su Sky Sport 2 HD).

  • SEMIFINALI PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 1 – Lunedì 29 maggio Alma Trieste-Kontatto Bologna 85-75 (Serie: 1-0 Trieste) Gara 2: Mer 31/05/2017 20:00 Alma Trieste-Kontatto Bologna.

  • SEMIFINALI PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 1 – Domenica 28 maggio Virtus Segafredo Bologna-OraSì Ravenna 73-57 (Serie: 1-0 Virtus Bologna) Gara 2: Mar 30/05/2017 20:30 Virtus Segafredo Bologna-OraSì Ravenna.

  • Lega Nazionale Pallacanestro comunica che, in occasione della serie di Finale Playoff del campionato di Serie A2 Citroën, sarà utilizzata la tecnologia dell’Instant Replay. L’ufficializzazione arriva al termine di un percorso di analisi e valutazione svolto nei mesi scorsi e che ha portato al tavolo tutte le componenti coinvolte: la Federazione Italiana Pallacanestro, il CIA (Comitato Italiano Arbitri), Sky (official broadcaster) e Grafica&Multimedia (software). Ottenendone la massima, nonché necessaria, disponibilità a sviluppare il progetto già per la stagione in corso. La progettualità è divenuta operativa al termine dell’incontro svoltosi nella sede LNP in Bologna, alla presenza di Stefano Tedeschi (commissario CIA), Roberto Chiari (istruttore FIBA e componente l’Organo tecnico di Serie A2), Pietro Basciano (presidente LNP), Massimo Faraoni (segretario generale LNP) e Luca De Finis (Grafica&Multimedia). FIP e CIA hanno valutato positivamente l’iniziativa di LNP, dando la disponibilità all’introduzione ed utilizzo della tecnologia in deroga al Regolamento Gare esistente. La collaborazione ottenuta da Sky, sia sul piano della consulenza che quello della produzione tecnica, consentirà di poter utilizzare per l’IR le immagini provenienti da 4 telecamere. Il format uniforme di ripresa in tutte le gare che eleggeranno la squadra vincitrice del campionato di Serie A2 Citroën è requisito necessario per l’attivazione dell’Instant Replay.

  • QUARTI DI FINALE PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 4 – Domenica 21 maggio Visitroseto.it Roseto-Virtus Segafredo Bologna 83-97 (Virtus Bologna vince la serie 1-3).

  • QUARTI DI FINALE PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 2 – Mercoledì 17 maggio De’ Longhi Treviso-Kontatto Bologna 70-73 (Serie: 0-2 Fortitudo Bologna) Gara 3: Sab 20/05/2017 19:00 Kontatto Bologna-De’ Longhi Treviso Orsi Tortona-Alma Trieste 75-68 (Serie: 1-1) Gara 3: Sab 20/05/2017 20:30 Alma Trieste-Orsi Tortona.

  • OTTAVI DI FINALE PLAYOFF SERIE A2 CITROËN GARA 4 – Lunedì 8 maggio Kontatto Bologna-Moncada Agrigento 80-58 (Fortitudo Bologna vince la serie 3-1) Dinamica Generale Mantova-Orsi Tortona 78-70 (Serie: 2-2) Gara 5: Gio 11/05/2017 21:00 Orsi Tortona-Dinamica Generale Mantova Remer Treviglio-Alma Trieste 78-77 (Serie: 2-2) Gara 5: Gio 11/05/2017 20:30 Alma Trieste-Remer Treviglio.

Primo acuto Tezenis: Mantova cade 78 a 66

Terza giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West per la Scaligera Basket targata Tezenis che, davanti al pubblico dell ‘Agsm Forum, ha trovato i primi due punti della sua stagione battendo Mantova 78 a 66. Protagonista assoluto Jazz Ferguson che ha chiuso con 28 punti.

Classico starting five per Dalmonte che parte con Amato, Henderson, Dieng, Udom e Candussi mentre Mantova risponde con con Vencato, Warren, Raspino, Ghersetti e Morse.

 

E’ Amato ad aprire le marcature dell’incontro: la Tezenis si mostra subito reattiva, soprattutto in attacco, dove i gialloblù trovano il fondo della retina anche con Henderson e Candussi (9-2 dopo 3′ di gioco), costringendo coach Seravalli a chiamare il primo time-out della gara. Dalmonte manda in campo Ferguson e Severini per Amato e Dieng proprio quando Udom va ad appoggiare i suoi primi due punti dell’incontro che rappresentano la prima doppia cifra di vantaggio per i padroni di casa (15-5, a 4′ dalla prima sirena). Segna anche Quarisa, mentre gli Stings fanno una faticano a trovare la via del canestro, complice anche l’ottima difesa dei gialloblù. Il grande avvio della Tezenis è certificato da una bomba di Ferguson che va a chiudere i primi 10′ sul 22-7.
Inizia il secondo periodo e Mantova cerca di rimettersi in carreggiata con 4 punti consecutivi di Raspino, ma è solo un’illusione perché i gialloblù riescono comunque a mantenere la Pompea ad una distanza di sicurezza, alternando in attacco diversi protagonisti (con Ferguson sugli scudi, primo dei suoi ad andare in doppia cifra al 15′) e il tabellone dell’ Agsm Forum recita Tezenis 37 Pompea 27 a metà gara.

Gli ospiti escono rigenerati dalla pausa lunga: con un sussulto d’orgoglio gli Stings tornano a meno 3 colpendo dall’arco con Warren (38-35) mentre la Tezenis, complice anche la differente intensità difensiva ospite, non riesce più a trovare con continuità la via del canestro. Ci vogliono due giocate di Jack Maspero (tripla e sfondamento subito) a ridare fiducia a Verona che, spinta dal talento di Candussi in area, scappa nuovamente a più 9. Mantova però non è mai doma e, nonostante un canestro sul dong del 30′ di Severini, all’ Agsm Forum, quando mancano solo 10 minuti alla fine, c’è partita: 50-45.

A 8′ esatti dalla sirena finale la Pompea mette il naso avanti con 3 punti di Raspino, ma dall’altra parte del campo Severini e soprattutto Jazzmarr Ferguson ricacciano indietro gli ospiti quando l’ inerzia della partita si era spostata verso i biancorossi. Scalfita dai canestri gialloblù, Mantova trova l ‘ennesima reazione rabbiosa che frutta il nuovo – 3, ma il solito Ferguson non ci sta e dai 6,75 va a firmare nuovamente il più 6 casalingo. Tripla anche di Henderson e da quel momento la Tezenis non si guarda più indietro: finisce 78 a 66.

 

Tezenis Verona – Pompea Mantova  78-66 

Tezenis Verona: Dieng, Ferguson 28, Amato 4, Guglielmi, Oboe, Candussi 15, Henderson 13, Maspero 3, Udom 4, Quarisa 2, Severini 9, Ikangi. All. Dalmonte.

Pompea Mantova: Guerra, Vencato 5, Morse 19,Poggi, Raspino 7, Visconti 5 , Ferrara 2, Albertini, Ghersetti 4, Maspero, Warren 17, Cucci 7. All. Seravalli.

 

About The Author

Related posts