Ultime News
  • Qui Agrigento. Infortunio al ginocchio sinistro per Quirino De Laurentiis, sarà rivalutato nei prossimi giorni.

  • Qui Piacenza. L’Assigeco ha ingaggiato l’ala forte lituana Gilvydas Biruta, 25 anni, proveniente dai greci del Trikalla.

  • Qui Reggio Calabria. Per Patrick Baldassarre lesione incompleta del crociato anteriore del ginocchio destro. Previsto intervento chirurgico.

  • Qui Scafati. Il playmaker Yuval Naimy ha fatto rientro in Israele per motivi strettamente familiari.

  • Qui Forlì. Davide Reati dovrà operarsi al tendine del polso destro: per lui stagione probabilmente finita.

  • Qui Udine. Joel Zacchetti e Allan Ray dovranno saltare per infortunio il derby di domenica prossima con Trieste.

  • La GSA ha presentato Rain Veideman, guardia estone classe 1991, proveniente dal Kalev Tallinn (Estonia).

  • La Kontatto ha vinto in amichevole a Monselice 68-88 contro la Virtus Padova. 17 punti di Legion.

  • Turkish Airlines Cup Serie A2. Finale: Eurotrend Biella-Segafredo Virtus Bologna 68-69. Mvp premio “Chiarino Cimurri” e miglior Under 22, Premio “Matteo Bertolazzi”, a Marco Spissu della Segafredo Virtus.

  • Turkish Airlines Cup Serie A2. Semifinali: Eurotrend Biella-De’ Longhi Treviso 89-81, Alma Trieste-Segafredo Virtus Bologna 74-86

  • Grazie al successo al supplementare sul campo di Chieti, nel recupero della 13^ giornata, previsto da calendario per il 18 dicembre, il successo è andato al tecnico livornese della Virtus Segafredo Bologna, con un record imbattuto di 6 vinte e 0 perse. Queste le sei affermazioni: in trasferta ad Ancona su Recanati, in casa su Trieste e Forlì, a Roseto, nel derby contro la Fortitudo Bologna e l’affermazione di Chieti, già ricordata, con le ultime due vittorie arrivate al supplementare. Al secondo posto con 5-1 Eugenio Dalmasson (Alma Trieste), terzo Marco Andreazza (Assigeco Piacenza) con 4 vinte e 2 perse.

  • Nel recupero della 13esima giornata di andata del campionato di Serie A2 mercoledì sera, 22 febbraio, la Segafredo Bologna ha battuto in trasferta 64-69 dopo un tempo supplementare la Proger Chieti. Bologna sale così a 32 punti in classifica, prima da sola.

  • CHIETI-La Proger ha ingaggiato Mirco Turel, guardia 23enne proveniente da Agropoli.

  • ROSETO-Gli Sharks hanno acquisito Andrea Piazza, playmaker classe 1989 proveniente da Chieti.

  • SCAFATI-Luca Izzo, playmaker classe 1995, è stato tesserato dalla Givova, mentre Daniel Perez approda a Omegna (Serie B).

  • TRAPANI-La Lighthouse ingaggia Jaye Crockett, ala forte Usa classe 1991, proveniente da Forlì.

  • Franco Ciani (Moncada Agrigento) è il miglior allenatore di dicembre in Serie A2 Citroën nel girone Ovest.

  • Jalen Reynolds (US Basket Recanati, ora trasferitosi in Serie A alla Grissin Bon Reggio Emilia) e Mike Hall (Angelico Biella) sono i migliori giocatori di dicembre 2016 in Serie A2 Citroën, rispettivamente nel girone Est e nel girone Ovest. I due si sono aggiudicati il riconoscimento messo in palio da Lega Nazionale Pallacanestro e dal presenting sponsor Viticoltori Ponte nei rispettivi gironi.

  • La Andrea Costa Imola ha preso Paolo Paci, centro 27enne proveniente da Roseto.

  • Scafati ha ingaggiato la guardia Usa di passaporto maltese Darryl Joshua Jackson, proveniente da Caserta (Serie A).

Beffa atroce (70-68) a Forlì, la Tezenis frena

Persa d’un soffio. La palla del supplementare partita dalla mano di Pini balla sul ferro allo scadere del tempo, con Forlì avanti 70-68 dopo un finale rocambolesco in cui il canestro determinante è una bomba dalla lunghissima distanza di Bonacini in un quarto periodo in cui la Tezenis è stata sempre avanti, al termine di 40′ durissimi com’era nelle previsioni. Con la Tezenis brava a recuperare anche 12 punti di svantaggio (30-18 al 15′), grazie alla mano caldissima di Giovanni Pini ed alla pazienza predicata da Dalmonte. Beffardo però il finale.

L’avvio non è facile. Il Palacredito spinge Forlì, che in campo trova canestri facili in entrata soprattutto con Bonacini che a metà tempo deposita i due dell’8-4. La Tezenis va a referto solo con DiLiegro. Bonacini mette anche il 10-4, Robinson in post basso il 10-6, vanno a canestro anche Rotondo e Boscagin prima della tripla di Johnson del 15-8 che è anche massimo vantaggio di Forlì. Due liberi di Robinson a 22” dalla fine del primo quarto fanno 15-10. La Tezenis difende bene sull’ultimo tiro dell’Unieuro, al primo miniriposo la Tezenis è sotto di cinque punti.

Un libero di Castelli apre il secondo periodo, Amato firma una gran tripla dall’angolo (16-13) su una rimessa dal fondo con soli 7” allo scadere dei 24”. Da tre segna però anche Bonacini (19-13), così come Amoroso per il 22-13. Boscagin risponde con tre dall’angolo (22-16), ma Forlì replica con tre liberi di Pierich (25-16) dopo il fallo proprio di Boscagin sul suo tentativo dalla lunga distanza. Amoroso deposita da sotto a 5’43” i due punti del 27-16, costringendo Dalmonte a chiamare timeout. Pini ne mette subito due appoggiando al vetro (27-18), Johnson però dall’altra parte mette il 30-18 a metà tempo. Pini segna due liberi (30-20) e una bomba (30-23), da tre sbaglia Pierich ma Pini no. La Tezenis ha solo cinque punti di svantaggio quando si entra negli ultimi tre minuti. Adegboye spezza il 7-0 della Tezenis con un libero (31-25), il punteggio è di 31-27 con due liberi (8/8 di squadra) di Portannese che poi in entrata deposita anche il 31-29. Scatenato Pini, miglior realizzatore della partita coi due punti del 32-31. Ultimo minuto. Adegboye sbaglia da tre, Frazier commette infrazione di passi quando mancano 29” all’intervallo. Valli chiama minuto di sospensione, ma nei 24” a disposizione Forlì non riesce a tirare. Amato si fa tutto il campo ma non trova il canestro. Fine primo tempo, il tabellone dice 34-31.

Si ricomincia con cinque punti di fila di Robinson che in due penetrazioni sposta il punteggio sul 34-36 e riporta la Tezenis avanti dopo il 2-0 iniziale firmato da DiLiegro. Frazier segna il primo canestro della sua partita. Portannese commette terzo e quarto fallo, compreso il tecnico. Bonacini segna il libero, Pierich sul possesso successivo la tripla del 40-38. L’entrata di Frazier, cinque punti consecutivi dà il 40-41 alla Tezenis. Pini mette una tripla incredibile con soli 2” sul cronometro dei 24”, Robinson segna il 43-46, Ferri sbaglia da tre ma la Tezenis perde palla subito nel possesso successivo. Da tre sbaglia anche Pierich, entra forte Boscagin che segna e subisce il fallo di Rotondo. Libero sbagliato, ma è comunque massimo vantaggio-Tezenis (43-48) anche se i cinque punti diventano subito due coi tre di Pierich. Due liberi di Boscagin fanno 46-50 a tre minuti dalla penultima sirena, Frazier fa 47-52. Dalla lunetta Pierich (48-52) mette solo il primo, Boscagin (1’09”) mette due liberi (48-54) dopo il quarto fallo di Castelli. Bonacini si costruisce e segna (50-54) due punti dall’angolo, Frazier sfonda in attacco, ultimi 32”. Pierich sbaglia da otto metri, sbaglia anche Ferri, Boscagin ci prova da metà campo. Palla sul tabellone, la Tezenis è avanti quattro punti.

Ultimi dieci minuti. Adegboye segna subito da tre (53-54), Brkic anche in un film già visto tante volte in coppia con Frazier, Boscagin segna (53-59) e subisce il fallo di Bonacini. Sbaglia il capitano, Castelli fa 56-59 con una tripla, Adegboye pareggia a 59 a sette minuti dalla fine. Quarto fallo di Bonacini, ma Forlì riconquista palla. Pini stoppa Amoroso, segna Frazier (59-61), Adegboye sbaglia in entrata, forza anche Amoroso grazie alla gran difesa di DiLiegro. D’autore i due di Boscagin (59-63) a meno di quattro minuti, Adegboye però fa 62-63 da tre a 3’31”. Castelli commette il quinto fallo, rientra Portannese, Robinson segna due punti importantissimi nel traffico, Forlì accorcia ancora con Adegboye (64-65). Palla a Forlì, mancano 2’24”. Adegboye entra (2’07”), prende il fallo di Pini, segna ma sbaglia il libero supplementare. Due liberi di Robinson (1’47”) pareggia a 66 e riporta avanti (66-67) la Tezenis, Amoroso sbaglia un rigore sull’assist di Adegboye. Sbaglia Frazier, recupera Robinson ma gli arbitri fischiano un fallo a Brkic. Mancano 48”, le due squadre vanno in panchina per un minuto. Rimessa Forlì. La Tezenis difende bene ma Bonacini (69-67) segna quasi da metà campo. Dalmonte chiama timeout, corta (13”) la tripla di Brkic. Altro timeout. Immediato il fallo della Tezenis, Pierich (70-67) segna solo il primo libero, la tripla del pareggio di Frazier va sul ferro. Brkic fa fallo subito su Amoroso, ma mancano 3” appena. Amoroso sbaglia il primo e pure il secondo, Adegboye commette subito fallo su Pini per non subire il tiro anche dall’altra parte del campo. Pini segna il primo, sbaglia apposta il secondo, ma il tagliafuori di DiLiegro su Amoroso ridà a Pini il pallone dell’overtime. La palla però va beffardamente sul ferro. Vince Forlì 70-68.

About The Author

Related posts